Percorso: Indice/Asterisco/La scuola della montagna è una risorsa?
La scuola della montagna è una risorsa?
Letture: 4176

 

La scuola della montagna è una risorsa o una situazione di disagio?

Reading-The-Book-icon.png

Quando si parla di situazione di disagio si pensa subito alla scuola della montagna. Se ci fate caso e scorrete alcuni articoli, compreso quelli che abbiamo linkato da questo sito, così è. Bisogna modificare questa percezione e smetterla di usarla per elemosine.

Lo dice anche Tecnica della Scuola in un recente articolino circa l'ipotesi di modifiche ai punteggi dei docenti per le aree "disagiate". Vedi "Cosa si intende per sedi disagiate?"

Bisogna invece cominciare a pensare che in ogni parte ci sono i disagi: la montagna ha i suoi, la città pure. Così ogni ambiente ha i suoi pregi. Studiare in classi con pochi alunni (alla primaria in particolare) ha molti vantaggi. La tecnologia oggi permette di superare le barriere fisiche e portare in ogni parte facilità di informazioni, confronti ... Avere dei numeri bassi è una necessità data la particolare densità demografica, per cui è connaturato a questa scuola avere come pregio dei plessi "vivibili". Così è connaturato alle scuole di città avere classi numerose con movimenti in entrata e uscita (come aspetto di disagio) e avere invece una relazione sociale più ricca e maggiori offerte educative nell'extra scuola.

Ogni ambiente ha anche i suoi costi: e se fornire il servizio scolastico per alunno in montagna costa molto di più rispetto alla città, quanti altri costi maggiori ci sono invece per cittadino in città rispetto alla montagna? Se poi considerassimo i costi a Kmq invece che ad abitante, cosa otteremmo?

E i benefici di questi costi? Cioè: quale beneficio la collettività ha dai servizi erogati nei vari territori?

Servirebbe qualcuno di buona volontà, e competente, che provasse a trasformare queste idee in cifre: sarebbe davvero utile.

Così il personale da assegnare alle scuole della montagna dovrebbe essere quello che legittamente spetta per quel tipo di scuola e nell'interesse generale del paese, e non quello che si raccoglie sulla base di continue querelle e di "aiutateci ché siamo messi male!".

APContent ©

CookieLaw

Al momento c'è un problema con questo blocco.